Piano Strategico 2018

Print Friendly, PDF & Email

BREVE PRESENTAZIONE DEL PIANO STRATEGICO MAG6 2018

Scarica qui

A. Perché un Piano Strategico
Pensiamo sia molto importante condividere le motivazioni che ci portano a fare una determinata azione (in questo caso il Piano Strategico Mag6) perché sono queste ultime che “colorano ” ciò che facciamo rendendolo diverso, unico, anche se superficialmente uguale a tanti altri che sembrano fare la stessa azione esteriore.
Noi siamo partiti dal desiderio di “staccarci” dalla necessità di risolvere problemi (il cambiamento della normativa ce ne ha posti tanti!) per ricollegarci ai nostri desideri e, a prescindere dai problemi, interrogarci su come sogniamo possa diventare Mag6, fare quindi un’esperienza di libertà interiore, di creatività, senza accontentarsi di esercitare unicamente il buonsenso e la prudenza.

B. Come è stato creato, da chi e quando
Abbiamo deciso di invitare 10 soci e socie ad unirsi al Cda per un percorso di 6
incontri in 4 mesi (da gennaio ad aprile 2018), così da avere un gruppo portatore
di una pluralità di sguardi, capace di mettersi in gioco con metodo e continuità,
per arrivare all’assemblea di maggio 2018 con una visione del futuro e diverse proposte su cui poterci confrontare e poi attivare.
Abbiamo utilizzato il metodo del consenso e il confronto creativo, consapevoli
che non sono strumenti che funzionano in automatico ma che hanno ancora bisogno di un certo “sforzo” per essere agiti.
A metà del percorso abbiamo organizzato un momento di confronto ulteriormente allargato, invitando altri 10 soci e socie, per avere un ulteriore contributo rispetto a quanto stavamo individuando nel nostro percorso.
Possiamo quindi riassumere che quanto abbiamo creato è stato possibile grazie al contributo di:
• 10 soci@ che partecipano continuativamente alle riunioni del Cda (Enrico Manzo, Renato Moschetti, Pietro Beltrami, Giovanna Panigadi, Annamaria Bagnacani,
Luca Iori, Francesco Fantuzzi, Maurizio Berti, Mariangela Belloni, Chiara Lasala);
• ulteriori 10 soci@ che hanno accettato di partecipare in via continuativa ai 6 incontri per la Creazione del Piano Strategico Mag6 (Davide Sampaolo, Cecilia Botturi, Simone Muzzioli, Annibale Birolini, Mariella Govi, Nadia Maranini, Marianna Bettinzoli, Angela Montanari, Marco Cervino, Tonino Palma);
• inoltre 7 soci@ che hanno accolto l’invito ad un confronto allargato su quanto stava elaborando il gruppo trainante (Marco Marcelli, Andrea Ferretti, Federico Mattioli, Simon Armini, Marco Iori, Marta Gallina, Marco Gandolfi).

C. Cosa ha prodotto
Prima di tutto una modalità di relazionarsi e di lavorare insieme centrata sul “noi” anziché sull’ ”io”. Questo percorso ha richiesto ad ognun@ di noi di mettere in discussione le proprie abitudini relazionali all’interno dei gruppi, i propri modi di agire automatici, e ci ha mostrato che è possibile arrivare ad un accordo soddisfacente a partire dal fatto che vediamo e sentiamo cose diverse, senza che questo ci porti a svalutare la posizione dell’altr@ o a rinunciare ad essere autentici.
Questa modalità ci ha permesso di creare dei contenuti che abbiamo presentato all’assemblea di maggio 2018; nel dettaglio:
1. Una visione delle aree di attenzione che sentiamo strategiche per il futuro di
Mag6 (come noterete è una scrittura collettiva a molte mani, quindi lo stile non è
omogeneo ma variegato 🙂 )
2. Una serie di proposte operative di ampio respiro che crediamo siano utili per metter mano alle aree di attenzione che abbiamo individuato (le proposte sono volutamente in costruzione, alcune più definite, altre aperte a più opzioni cammin facendo)
3. Il Bilancio Preventivo 2018 (che si colloca all’interno di una visione più ampia del singolo anno di competenza)